GIAIME  – IL RISVEGLIO DOPO IL BUIO

 

 

Come in tutte le forme artistiche, anche nel rap, alcuni artisti riescono a capire subito la strada per il successo, mentre altri non ci riescono e scompaiono nell’anonimato.

Giaime, invece, c è devuto passare più volte per potersi sentire realizzato, concentrato e sicuro dei propri mezzi.

 
 

Giaime, nasce il 29 giugno del 1995 a Milano, da papà sardo e madre abruzzese.

Appena nato va a stabilirsi a Pescara, città materna.

Lì vive fino all’età di 11 anni, e nel settembre del 2006 torna nella sua città natale.

Si trova quasi subito a suo agio nella nuova città , e come tutti i ragazzini forma un gruppo di amici, con i quali, in terza media, decide di “fondare” il suo primo collettivo rap, “5012”.

Inizialmente sono in tre, ma oggi, come rapper, è rimasto solo lui.

Il progetto del rap viene poi accantonato da Giaime, che però continua a scrivere e a credere in questa sua passione, fino a quando, nel settembre del 2009, insieme a MastaRais e a Zangher non incidono la loro prima “vera” canzone.

Il loro studio di registrazione è all’interno di un cartone fatto in casa che opera come isolante e un programma del MAC per registrare pezzi. Nonostante le critiche, le prese per il **** e nessuna fiducia da parte degli altri, Giaime non si da per vinto e riesce a farsi notare migliorando sempre di più, facendo i suoi primi video e poi riscuotendo il suo primo discreto successo con il singolo/video “Sulla Linea del Limite” insieme a MastaRais.

Oggi Giaime continua a fare rap, sempre più preso e innamorato di questa musica. È membro del collettivo rap “Zero2” del quale fanno parte MastaRais, Lazza, Roman, Martinez e il produttore Mau. Al suo interno troviamo altri soci che operano in campi diversi, come ad esempio il writing. Aveva solo sedici anni, Giaime, quando fece uscire alcuni video come “Paga”, “Sulla linea del limite” e “Minorenni coi trampoli”, che condividevano tutti una certa urgenza adolescenziale, una qualità acerba ma al contempo genuina. Macinando numeri, quei pezzi, diventarono oggetto di scontro, mentre tanti ragazzini si rivedevano nei loro simili sullo schermo, altri li consideravano mocciosi ambiziosi.

 

 
 
 

Furono i primi ad aver ragione, il riscontro di “Blue Magic”, il suo tape d’esordio, fu tale che Universal arrivò a offrirgli un contratto e a fargli pubblicare, nel 2015, l’EP “Prima Scelta”.

Ed ecco il primo riscatto: quello contro la sua stessa età e i pregiudizi dell’ambiente in cui stava cercando di realizzarsi. Poi, però, qualcosa si bloccò nel macchinario perfettamente oliato che lo aveva portato fino a lì. Giaime scomparì, da YouTube, dal circuito live e dagli occhi della gente, senza dare vere spiegazioni. Questo, fino al 22 maggio 2017. Dopo questo periodo di stallo e di congedo dalla scena, ecco tornare il nome di Giame, non da solo, ma con un duo “Gimmi Andryx”, composto insieme al ormai noto produttore multiplatino Andry the Hitmaker.

Escono in successione 3 brani chiamati “Prova 1”, “Prova2 e “Prova 3” in cui vediamo un Giaime brillante, motivato, quasi rinato dalle ceneri del suo periodo di assenza dalla scena.

L’unione con Andry the Hitmaker, sicuramente, ha aiutato Giaime a ritrovare la voglia di produrre musica di qualità,  le strumentali di Andry sembrano cucite perfettamente intorno alla voce e alle liriche di Giame.

 
 
 

 

Dopo queste 3 prove, sono usciti altri due bellissimi singoli “No Stuntman” e“Prima Cosa Bella”, che stanno macinando visualizzazioni e commenti positivi da parte del pubblico e degli addetti ai lavori.

Visto il progredire di questo progetto nel 2017, sicuramente dobbiamo aspettarci grandi cose da parte loro per il 2018

 

Giaime – Prima Cosa Bella (prod. Andry The Hitmaker)